VPN: a chi serve e perché utilizzarla


Per ogni azienda, la privacy e la sicurezza dei dati sono essenziali. Tuttavia, il rischio di essere spiati e controllati è sempre dietro l’angolo, anche per chi, semplicemente, sceglie di connettersi a una rete wi-fi gratuita e condivisa. Come tutelarsi? Con una rete VPN è possibile mettersi al riparo dai pericoli più diffusi del web quali furto di informazioni, spionaggio e phishing, in modo efficace, semplice ed economico. Cerchiamo di capire insieme cos’è, come funziona e quali sono i vantaggi di una VPN per la tua azienda.

Che cos’è una VPN Partiamo da una sua definizione e dal significato. VPN è l’acronimo di Virtual Private Network, ossia “rete privata virtuale”. Si tratta, in sostanza, di una rete di telecomunicazioni privata, il cui accesso è consentito solo a utenti autorizzati. Tale rete virtuale si instaura proprio esclusivamente tra soggetti che si servono di un un protocollo di trasmissione pubblico e condiviso, sfruttando come “mezzo di trasporto” Internet.

La principale caratteristica di questa tecnologia è la capacità di dare vita a una connessione sicura tra un server internet e uno o più dispositivi, creando un passaggio protetto rispetto a tutte le insidie delle reti pubbliche. Questo mette al riparo dal rischio che qualcuno possa spiare o modificare i dati, incluso il provider Internet che si utilizza per la connessione. Per una realtà aziendale, disporre di una rete VPN significa avere gli stessi vantaggi di una linea privata a noleggio, ma a un costo notevolmente più basso, grazie all’utilizzo di reti condivise pubbliche.

Da un certo punto di vista è possibile assimilare una VPN a un’estensione su base geografica di una rete privata locale aziendale sicura, in grado di mettere in connessione siti interni all’azienda dislocati su un territorio molto ampio. Questa connessione, di fatto, si serve dell’instradamento tramite IP per creare una rete WAN, virtuale e privata, al pari di un’infrastruttura fisica dedicata. Il principio di funzionamento di una VPN, quindi, presuppone la creazione di un canale sicuro e privato attraverso il quale informazioni e dati sensibili possano viaggiare al riparo da occhi indiscreti e condivisi tra gli utenti abilitati (c.d. tunneling).

A seconda di come viene strutturata e della finalità a cui è destinata, la rete VPN può assolvere numerose funzioni. Può, ad esempio, essere usata per connettere una serie di dispositivi ad una sede centrale che si occupa di smistare dati e informazioni tra i vari nodi della rete e, al tempo stesso, di proteggerli. In questo caso si parla di VPN hub and spokes. In altri casi, questa tecnologia viene usata per collegare in modo sicuro due o più reti distanti geograficamente, dando vita a quella che viene definita VPN site to site.

Perché scegliere una VPN? Una volta capito cos’è e come funziona, cerchiamo di capire quali sono i vantaggi di una VPN per un’azienda. I benefici, infatti, sono tanti e tutti conseguibili a un costo relativamente basso.

Proviamo ad elencarli tutti:

  1. Sicurezza. Tra i buoni motivi per utilizzare una VPN, la sicurezza è il principale. Grazie a questa tecnologia, puoi tutelare la tua azienda dal phishing, truffe informatiche o attacchi MITM (Man In The Middle).

  2. Privacy. Il furto di dati e informazioni sensibili, così come lo spionaggio sono ormai all’ordine del giorno. Con una rete VPN è possibile proteggersi da questi rischi, utilizzando una rete sicura e protetta per lo scambio dati.

  3. Posizione virtuale. Quando si utilizza una VPN, si ha la possibilità di modificare in modo istantaneo la propria posizione virtuale, scegliendo tra opzioni differenti, evitando di essere localizzati. Il sito web a cui si è connessi, infatti, può risalire solo all’indirizzo IP e alla posizione della VPN, non al proprio.

  4. Blocchi e ban locali. In paesi come la Cina, dove l’uso di Facebook o di Wikipedia è vietato, l’unico modo per aggirare blocchi e ban locali consiste proprio nell’utilizzare una VPN, accendendo a servizi che altrimenti sarebbero assolutamente proibiti.

  5. Costo. L’ultimo, ma non meno importante, tra i buoni motivi per scegliere una VPN è che si tratta di una soluzione economica per ottenere enormi garanzie in termini di sicurezza dei dati e privacy per la propria azienda.

Come scegliere un fornitore VPN? Una volta appurata l’utilità di una rete VPN per la tua azienda, non resta che scegliere a quale fornitore rivolgerti. Chiaramente le esigenze possono variare notevolmente a seconda dei casi e delle dimensioni aziendali, così come dalla dislocazione a livello geografico dei diversi nodi della rete. Se ti stai chiedendo come scegliere un fornitore VPN, ecco alcuni elementi da considerare.

In primo luogo ti consigliamo di valutare la disponibilità di paesi che ti permettono di navigare in sicurezza: dai 25 ai 50 è già un numero sufficiente, ma l’importante è che tra quelli disponibili vi siano quelli d’interesse. Il secondo aspetto cruciale da considerare al momento dell’acquisto è il numero di dispositivi che è possibile collegare. A questo si aggiunga anche il fattore costo: a parità di servizio, meglio verificare la soluzione più conveniente o la soluzione di pagamento più adatta (mensile, annuale ecc.).

Altra variabile da non trascurare è la sede legale del provider prescelto. Quelli americani, ad esempio, benché efficienti, sono soggetti abitualmente a intercettazioni, consentite dalle leggi statunitensi. Dunque, sempre bene verificare le normative locali, così come le condizioni sulla privacy del fornitore: meglio preferire la zero logging policy per evitare brutte sorprese.

#SicurezzaIoT #sicurezzainformatica #sicurezzadati #VPN

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png