Cos'è cambiato nel mondo Retail nel 2018


Il 2018 è stato un anno di grandi cambiamenti anche per il settore retail, che ha inevitabilmente risentito della trasformazione digitale in atto, con novità e miglioramenti sotto diversi punti di vista. Retail 4.0 è stato uno dei temi salienti dell’ultimo SMAU 2018, proprio a testimoniare l’importanza di questo processo inarrestabile che non può più essere trascurato. Ma cosa è cambiato essenzialmente? L’ingresso delle tecnologie dell’intelligenza artificiale, le novità introdotte dal GDPR, la progressiva smaterializzazione dei pagamenti stanno cambiando il volto del commercio al dettaglio. Vediamo quali sono le principali novità retail 2018 e alcuni esempi di successo del settore.

Retail e digital transformation: le novità 2018 Secondo una recente indagine Capgemini, per il 42% degli Italiani fare acquisti in un negozio fisico è un’attività insoddisfacente e noiosa, il tutto a vantaggio dei siti di e-commerce e di colossi degli acquisti on-line come Amazon. Per non cedere al passo della trasformazione in atto, ai dettaglianti non resta che assecondare il processo di digitalizzazione, utilizzando le tecnologie dell’IoT e dell’intelligenza artificiale per modificare radicalmente l’esperienza fisica all’interno dello store. Durante l’anno appena trascorso, l’impatto del mondo digital nel comparto retail ha iniziato a dare i suoi frutti, specialmente nella grande distribuzione e nelle grandi catene al dettaglio. Ecco le principali novità 2018 per il retail.

  1. Customizzazione grazie all’intelligenza artificiale. L’introduzione delle moderne tecnologie legate all’intelligenza artificiale e della realtà aumentata è sempre più marcata. Grazie agli algoritmi di apprendimento, i retailers hanno numerosi strumenti di customizzazione a loro disposizione. I gusti, le esigenze e le abitudini di acquisto dei clienti che visitano un punto vendita possono essere studiati in maniera più approfondita, per ottenere preziose informazioni che consentono di offrire servizi personalizzati e tailor made.

  2. Il GDPR per il Retail. La nuova disciplina GDPR sul trattamento dei dati personali entrata in vigore lo scorso maggio 2018 ha avuto inevitabili ripercussioni anche sul commercio al dettaglio. La cura dei dati dei clienti è ormai una prerogativa anche dei retailers, che da quest’anno dovranno preoccuparsi del loro trattamento e della loro conservazione a norma di legge. Con le novità introdotte dal GDPR il cliente può beneficiare di una maggior tutela della propria privacy e, al tempo stesso, di una maggior qualità dei servizi erogati dal retailer, se quest’ultimo sarà in grado di sfruttare i dati acquisiti per creare vantaggio competitivo.

  3. Pagamenti invisibili. Il complessivo miglioramento della customer experience rimane una delle priorità del mondo retail. Da anni si lavora per mettere l’high technology al servizio dei punti vendita, semplificando e velocizzando i pagamenti, riducendo code e tempi di attesa. L'obiettivo è quello di rendere l’esperienza di acquisto e di permanenza nello store sempre più piacevole, invogliando il cliente a ripetere l’acquisto e a fidelizzarsi.

  4. Automazione del magazzino. Le innovazioni tecnologiche investono anche il dietro le quinte dei punti vendita. L’integrazione dell’IoT nei sistemi di automazione del magazzino e nella logistica consente agli operatori del retail di garantire puntualità nelle consegne, tempi rapidi di rifornimento, con enormi benefici per il cliente e per l’intera supply chain.

  5. Storytelling. In un’epoca di rapporti sempre più immateriali e virtuali, riuscire a mantenere nel tempo relazioni proficue e durature con i clienti del proprio punto vendita diventa un nodo cruciale. Anche in questo caso, le innovazioni del mondo digital e le nuove tecniche legate al web e ai social come lo storytelling e il content marketing diventano strumenti per consolidare e aumentare la brand loyalty e per creare o migliorare la brand awareness.

  6. La leva della business intelligence. La business intelligence permette di estrapolare analisi predittive più precise e affidabili esaminando i dati di vendita e persino i dati provenienti dai commenti sui social, oggi è possibile grazie all’applicazione dei principi della business intelligence al commercio al dettaglio. In questo modo i retailers possono migliorare la qualità dei servizi, arrivando ad anticipare le esigenze dei clienti, con grossi benefici in termini di customer satisfaction.

Lasersoft: un’esperienza di successo tra retail e innovazione Anche nel nostro paese l’influenza dell’IoT e del digitale nel mondo retail sta progressivamente dando i suoi frutti. A testimoniarlo sono le tante esperienze di successo emerse negli ultimi anni come quella di Lasersoft.

Nata nel 1988 a Rimini dall’unione di diverse esperienze nel campo dell’informatica applicata, Lasersoft è oggi una realtà che lavora ogni giorno per mettere a punto software gestionali di qualità, semplici, intuitivi ma completi. L’approccio utilizzato si fonda su un approfondito ascolto del cliente e delle sue esigenze, punto di partenza imprescindibile per alcuni dei migliori traguardi conseguiti nel corso degli anni. Anche dopo aver ottenuto nel 2001 la certificazione ISO 9001 per lo sviluppo e assistenza software, Lasersoft ha continuato a perseguire la sua filosofia improntata all’attenzione e al rispetto per il cliente, fortemente basata su ricerca, innovazione, aggiornamento e formazione continui. Il risultato sono prodotti sempre più innovativi, efficienti e affidabili, messi a disposizione di una rete certificata di Rivenditori e Partner Lasersoft in continua espansione. Se oggi l’azienda riminese è un esempio virtuoso per quanto riguarda l’innovazione e la digitalizzazione del mondo retail, è per la sua capacità di offrire soluzioni software modulari per l’automazione del punto cassa con interfaccia di vendita intuitiva e personalizzabile. Per affidabilità e efficienza, le soluzioni Lasersoft sono oggi applicabili a un’ampia gamma di attività al dettaglio: dall’abbigliamento alla ristorazione, dai negozi di alimentari a ottici e gelaterie. Un esempio? Easy Retail Shop Automation Fashion di Lasersoft è un nuovo software per l’automazione del punto cassa facile, intuitivo, con interfaccia utente touch interamente personalizzabile in grado di soddisfare tutte le particolari esigenze delle attività operanti nel mondo Retail per il Fashion. Ecco i principali vantaggi di Easy Retail Shop Automation Fashion:

  • può essere collegato a qualsiasi cassa o stampante fiscale;

  • permette di utilizzare qualunque lettore di codici a barre e di stampare etichette Barcode e cartellini prezzo;

  • offre moduli aggiuntivi per la gestione del magazzino, statistiche, varianti e le particolari modalità di gestione dei documenti d’ordine.

#iot #applicazionirealtàaumentata #intelligenzaartificiale #GPDR #retail

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png