Instagram dice stop ai profili fake


È di pochi giorni fa la notizia della guerra ai fake da parte di Instagram. Il social network più amato dagli influencer (reali o sedicenti tali) è passato finalmente all’azione, annunciando misure decisive contro le app che generano falsi follower per “gonfiare” i profili. Il fatto che la crescente popolarità di star e starlette dei social fosse legata a pratiche non propriamente ortodosse nell’utilizzo di Instagram, era già evidente da tempo.

Usare tecniche ingannevoli per acquisire seguaci e accaparrarsi like è per qualcuno un’attività a tempo pieno, sempre più sfruttata per accrescere la visibilità sui social e conquistare l’attenzione di aziende disposte a pagare per un post che metta in bella mostra i loro prodotti. Finalmente Instagram ha detto basta a queste violazioni delle Community Guidelines, annunciando provvedimenti più seri. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Instagram contro i profili falsi Negli ultimi anni Instagram ha scalzato Facebook dal podio dei social network più amati, diventando il preferito di giovani e giovanissimi, ma anche di molti imprenditori del web che con questa app sono riusciti letteralmente a mettere in piedi una fortuna. In poco tempo, Instagram è diventato il paradiso degli influencer, profumatamente pagati dalle aziende (specialmente del comparto fashion e food) per promuovere e pubblicizzare i propri prodotti in post e stories. Sulla scia dei più famosi e potenti dei social, sono nati una miriade profili di pseudo influencer o, come qualcuno li ha definiti, nanoinfluencer, per lo più giovanissimi, che sono riusciti a guadagnare migliaia di seguaci grazie a servizi pay-for-follower e altre pratiche, almeno in teoria, non consentite. Il ricorso a bot e app in grado di generare feedback ingannevoli e follower fasulli è ampiamente utilizzata, con il risultato di un proliferare di profili “gonfiati”. Già da qualche tempo Instagram aveva annunciato l’arrivo di misure volte a ridurre e contenere il fenomeno. Lo scorso 20 novembre il comunicato ufficiale Instagram recitava: “A partire da oggi rimuoveremo like, follower e commenti non autentici da account che usano app in grado di spingere la loro popolarità. Abbiamo elaborato strumenti in grado di aiutare a identificare gli account che usano quel genere di servizi e procederemo alla rimozione delle attività non autentiche. Questo tipo di comportamento è dannoso per la comunità; le app che generano like, follower e commenti fake violano le nostre Community Guidelines e i termini di utilizzo del social”.

Le nuove misure Instagram contro i profili fake

L’annunciata battaglia di Instagram contro i profili fake e like ingannevoli si è dunque ufficialmente aperta, nell’intento di ripristinare l’autenticità delle relazioni, verificare la veridicità di alcuni profili e eliminare pratiche che violano le linee guida del noto social network. La notizia ha fatto certamente tremare quanti hanno beneficiato per anni dell’attività di bot e altri servizi pay-for-follower. Per dare attuazione a quanto annunciato, Instagram ha fatto pervenire un messaggio agli account interessati, comunicando la rimozione di follower, like e commenti fake. Ai profili colpevoli, inoltre, è stato imposto di modificare la password per migliorare ulteriormente le condizioni di sicurezza dell’account. In questo modo è stata avviata una prima scrematura per individuare gli utenti che si servono di app di terze parti per guadagnare follower e visibilità.

Tra le novità introdotte, Instagram ha illustrato nuovi strumenti di Machine Learning, ossia strumenti di moderazione basati sull’apprendimento automatico in grado di identificare e rimuovere istantaneamente gli account che hanno utilizzato le suddette pratiche. Già non troppo tempo fa, alcune famose app-bot come Instagress e Social Growth sono state chiuse e i loro utenti penalizzati, ma le nuove misure si prospettano più efficaci.

A essere toccati dai provvedimenti saranno anche molti altri utenti che, inconsapevolmente, utilizzano app di terze parti per accedere ai propri profili. Anche questi ultimi riceveranno il messaggio per modificare la propria password e saranno invitati a provvedere a condizioni di maggiori sicurezza.

#SicurezzaSocial #SocialNetwork #Instagram

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png