NASA: X-59 nuova frontiera del volo

Aggiornato il: gen 24


Nel 2021 il nuovo aereo silenzioso e supersonico X-59 prenderà il volo. Realizzato dalla NASA e Lockheed Martin Skunk Works, avrà un boom sonoro pari ai decibel prodotti durante la chiusura di una portiera di un'automobile.

X-59

Fino al 2003, il Concorde è stato uno dei primi jet supersonici utilizzati per raggiungere l’altro capo del mondo nel più breve tempo possibile. Il rumore del suo boom sonoro a terra, ormai diventato insopportabile, è stato uno dei motivi per i quali è dovuto tornare a tempo indeterminato nell’hangar, facendo così terminare l’epoca dei voli supersonici commerciali.

Il boom sonoro dell'X-59 è la prima cosa a cui si è deciso di lavorare per fare in modo che i voli commerciali potessero riprendere, volando da un capo all’altro del mondo in metà del tempo impiegato di solito. Ma non solo. I voli del nuovo velivolo saranno meno chiassosi rispetto a quelli del Concorde, sia per chi i passeggeri che per chi sarà a terra al momento del suo passaggio.

Cos’è un boom sonoro?

La velocità del suono cambia a seconda di dove si propaga. Nel caso dell’aria è pari a 1.191,60km/h. L’aereo supersonico X-59 viaggerà a più di 1.500km/h a 55.000 piedi, raggiungendo quindi una velocità maggiore di quella del suono. Questo determina che le onde d’urto create dall’incontro della superficie esterna del velivolo con l’aria andranno a creare un boom sonoro importante, ma soprattutto fastidioso per chi sentirà l’aereo passare sopra la propria testa, considerando anche la continuità del fenomeno.

Il nuovo design del supersonico X-59 a cui la NASA - in collaborazione dell’azienda Lockheed - ha lavorato in combinazione con l’utilizzo di materiali di ultima generazione, contribuiscono a renderlo molto più silenzioso. La nuova forma dell’X-59 non permetterà di avere la classica cabina di pilotaggio, e i vetri saranno sostituiti da dei display.

Su questi monitor saranno trasmesse le immagini date dalla visione virtuale dell' External Visibility System che permetterà ai piloti di guidare il jet supersonico in tutta sicurezza.

External Visibility System o XVS

L' External Visibility System o XVS permette di far lavorare in contemporanea una telecamera con un monitor di ultima generazione, entrambi con risoluzione in 4k, posto in maniera frontale al pilota. L’aviatore - grazie a questo sistema - oltre ad avere la visione totale del cielo, avrà a disposizione direttamente sul display informazioni importanti riguardanti gli aeroporti, altri aeromobili nelle vicinanze dello spazio aereo dell’X-59 e indicazioni ancora più dettagliate da utilizzare nelle fasi di decollo e atterraggio. Utili soprattutto quando le condizioni meteo sono sfavorevoli, con la possibilità di influenzare negativamente queste fasi delicate.

Niente è lasciato al caso all’interno della progettazione e costruzione dell’X-59. Se qualcosa nel sistema di trasmissione non dovesse funzionare, sarà comunque presente un classico tettuccio trasparente che permetterà al pilota e copilota di constatare in prima persona la situazione esterna e guidare l’aereo in sicurezza.

Conclusioni

Grazie ai test che la NASA sta concludendo sull’X-59, i viaggi di piacere, lavoro e il trasporto merci stanno per varcare una nuova frontiera. Come se l’aviazione fosse davanti a un upgrade generale. Chissà se tra pochi anni potremmo ritrovarci a prendere un caffè a New York in pochissime ore.

#X59 #NASA #LockheedMartinSkunkWorks #Concorde

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png