Disney +: Il vecchio che si riconferma

Se tutti noi portiamo la memoria alla nostra infanzia, sono sicuro che uno dei ricordi comuni è un cartone animato Disney. Negli anni, la creazione del brillante Walt Disney si è trasformata ed è evoluta e la sua strada, anche se alcune volte un po’ tortuosa, l’ha condotta dove è ora.

Disney ha saputo adattarsi ed evolversi contestualmente al cambiamento dei gusti delle diverse generazioni ed ora, nell’era digitale, si trova ad essere testimone della nascita e dell’affermazione di una nuova forma di intrattenimento: i servizi on demand.

Questi sono stati portati in auge da piattaforme di streaming che di certo di gavetta ne hanno fatta. Una tra tutte è la famosissima Netflix, ma tra i tanti nomi annoveriamo anche Hulu e Amazon Prime Video.

Nonostante queste piattaforme siano solo diverse declinazioni di uno stesso concetto, è innegabile che ormai stiamo vivendo un ritorno alle origini.


Il ritorno al piccolo schermo


Quello che prima era il punto più alto della settima arte, la proiezione nelle sale, ormai è quasi solo un’idea per un appuntamento. Ovviamente l’emozione di partecipare alla prima di un film non potrà mai essere sostituita, ma il proliferare di serie live action e di cartoni animati sulle sopra citate piattaforme sembra quasi dirci che le preferenze dei consumatori si sono ora spostate su un diverso tipo di sala: il salotto.

Lo stesso cinema se ne è reso conto e ha preso provvedimenti, vedi ad esempio lo spostamento di attori celebri su un tipo di contenuto in formato serie. Nella migrazione verso un diverso tipo di contenuti, una pietra miliare come Disney non poteva certo rischiare di perdere il suo posto. Negli anni, Disney ci ha insegnato che cambiare è possibile e ora ci fa vedere che è pronta a farlo di nuovo, approdando in questo nuovo panorama con la sua ultima creazione.


Disney+


Si tratta del nuovo servizio on demand sviluppato da Disney dedicato allo streaming di film e spettacoli di Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic e altri ancora. Disney+ è disponibile sulla maggior parte dei dispositivi collegati a Internet e offre una programmazione senza pubblicità con una varietà di lungometraggi originali, documentari, serie animate, live-action e cortometraggi. Oltre all'accesso senza precedenti all'incredibile libreria Disney di intrattenimento cinematografico e televisivo, il servizio è anche l'esclusiva casa streaming per le ultime uscite di The Walt Disney Studios.


L’idea per la pubblicazione di questa piattaforma nasce dal contributo di BAMTech (ora Dinsey Streaming Services) al lancio di ESPN+ all'inizio del 2018 e l'accordo di distribuzione streaming di Disney con Netflix che terminerà nel 2019. Disney ha colto l'opportunità rappresentata da questo momento per utilizzare le tecnologie in fase di sviluppo per ESPN+ per creare un servizio di streaming.


Il debutto e l’immediato successo


Disney+ ha debuttato il 12 novembre 2019 negli Stati Uniti, in Canada e nei Paesi Bassi. Il servizio è stato esteso all'Australia, alla Nuova Zelanda e a Porto Rico una settimana dopo e si è espanso a selezionati paesi europei il 24 marzo 2020. È poi diventato disponibile in India in aprile attraverso il servizio di streaming Hotstar di Disney, che è stato rinominato come Disney+ Hotstar.

Solo nel primo giorno di funzionamento dieci milioni di utenti si sono abbonati al servizio e mentre Disney si prepara ad espandere i confini della sua piattaforma ad altri paesi conta già 54,5 milioni di abbonati.

Kevin Mayer, Presidente di Walt Disney Direct-to-Consumer & International dichiara: “Siamo davvero onorati che Disney+ stia risuonando con milioni di utenti in tutto il mondo, e crediamo che questo sia di buon auspicio per la nostra continua espansione in tutta l'Europa occidentale, in Giappone e in tutta l'America Latina nel corso di quest'anno. […] La grande narrazione ispira e solleva, e noi siamo nella fortunata posizione di poter offrire una vasta gamma di grande intrattenimento che affonda le sue radici nella gioia e nell'ottimismo di Disney+”.


La grande narrazione ispira


Kevin Mayer non ha tutti i torti. Se Disney è stata capostipite della narrazione cinematografica non può certo lasciarsi scappare una fetta di audience così grande. L’apertura di una piattaforma on demand è stata quindi una scelta obbligata? Non si può certo dire che sia così, ma sicuramente si tratta di una scelta lungimirante e nostalgica allo stesso tempo.

Lungimirante perché come detto in precedenza ormai il passaggio ad un contenuto più veloce da raggiungere e sempre disponibile è avvenuto e col tempo non farà che consolidarsi ulteriormente.


Nostalgica perché inevitabilmente fa leva sull'enorme fetta di popolazione mondiale che con Disney è cresciuta e che fa i salti di gioia all'idea di poter fare una maratona di tutti i film che ne hanno scandito l’infanzia.


Contenuto veloce da raggiungere significa scadente?

Come dice Kevin Mayer: “la grande narrazione ispira e solleva”, Disney non è ricordata per offrire materiale scadente al suo pubblico e non assumerà questa fama in futuro. Disney fa fronte al cambiamento dei gusti delle nuove generazioni.


Il contenuto on demand per chi non deve chiedere mai


La novità di Disney arriva in un momento storico in cui il cittadino medio può avere accesso a qualsiasi prodotto cinematografico quasi istantaneamente. Non solo però, il suddetto cittadino può infatti salvare tale prodotto, guardarne metà, addormentarsi e riprendere la visione in un secondo momento, può registrarlo e guardarlo quando finalmente tornerà da lavoro… La lista delle possibilità di un animale da divano sono infinite, ma queste gli sono concesse solo grazie all’avvento dei contenuti on demand. Tutto ciò per cui sono pensati tali contenuti è appunto “la richiesta” del fruitore.

Disney non poteva permettersi di lasciarsi scappare un’opportunità del genere e di fatto non è successo.

L’arrivo di Disney+ ne è il risultato.


Articolo di Angelo Rosace

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png