Facebook Messanger: usare con cautela


Ormai conosciamo tutti “Facebook”, ma quanti di noi conoscono le insidie e i pericoli che si possono nascondere all’interno di questo social?

Molti di noi approdano su questa piattaforma per svagarsi e di conseguenza vivono questo spazio web con leggerezza, senza soffermarsi con accortezza alle stranezze che riceviamo tutti i giorni. Il gran numero di utenti e i nostri livelli di sicurezza “bassi” fanno in modo di attirare molti cyber criminali.

L’applicazione di Facebook è spesso usata per rubare l’identità degli utenti, per veicolare fake news e per incanalare traffico verso siti di dubbia provenienza.

Tutt’altra storia, invece per l’app di messaggistica, che viene utilizzata per diffondere malware e ogni sorta di codice malevolo, grazie alla nostra disattenzione.

Non smetterò mai di dire che noi utenti siamo la prima difesa del web e non dobbiamo farci ingannare dai trucchi di ingegneria sociale che questi criminali usano sempre contro di noi!

Il problema

Cos’è successo negli ultimi tempi? Semplice, è stato individuato un malware che sfruttando la nostra poca accortezza, riesce a infettare i nostri device o pc agendo in maniera differente in base al browser utilizzato.

Questo virus è stato denominato come: “Facebook Messanger Malware” e funziona con molta semplicità.

  • Un vostro amico di Facebook vi contatterà sull’app di messaggistica

  • Riceverete un messaggio con il vostro nome, la parola “video”, un’emoji e un link

Potrebbero circolare anche versioni dove l’amico scrive: ma sei tu quello nel video? Se avete trovato uno di questi messaggi fermatevi. Non dovete cliccare quel link o foto per nessun motivo.

Molti utenti però, vedendo il messaggio provenire da uno dei propri contatti, tendono a fidarsi e a far così il gioco dei cyber criminali.

  • Il link vi reindirizzerà immediatamente su un documento di Google con una vostra immagine sfocata, estrapolata dal vostro account Facebook.

  • Il video invece vi porterà verso un sito web diverso a seconda del dispositivo e browser utilizzato. Ad esempio se si usa Mozilla si verrà reindirizzati su un sito che vi inviterà ad aggiornare Flash Player. Se si usa Chrome il virus vi inviterà a scaricare l’estensione: Chrome Web Store. Se invece si starà utilizzando Safari, scaricherete un file con estensione .dmg.

L’unica cosa certa è una: non importa il sistema operativo o il browser usato. Il malware ha come unico scopo quello di convincervi ad installare un software con codice malevolo. E dal momento che avrete istallato con le vostre mani: estensioni dannose, adware, spybot, trojan e chi più ne ha più ne metta, qualsiasi cyber criminale avrà il completo controllo del vostro account Facebook (se va bene) o dei vostri dati (nel peggiore dei casi).

Come si propaga il virus?

L’infezione è una sorta di catena di Sant’Antonio. Passa da vittima in vittima, perciò se riconoscete di aver ricevuto, tra i vostri messaggi, il Facebook Messanger Malware, contattate subito il vostro amico, perché potrebbe avere l’account compromesso.

Esiste soluzione?

Sì, leggete bene cosa ricevete e riflettete. Solo questo, del resto ve l’avevo già detto che la miglior protezione siamo noi. Non dimenticate mai di riflettere, la sicurezza del web si basa anche su questo!

Se invece ritenete di essere stati gabbati da questo virus, allora non vi resta altro che avviare tutti gli antivirus in vostro possesso o chiamare noi di Impa Solution. Saremo felici di aiutarvi e offrivi tutta la consulenza necessaria.

#Facebook #SicurezzaSocial #sicurezzainformatica

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png