La realtà mista di Microsoft


A dicembre 2017 Microsoft porterà il proprio visore per la realtà mista (Realtà Aumentata e Realtà Virtuale) anche in Italia e in altri 28 paesi della Comunità Europea. Ad oggi questo prototipo sembra essere il più avanzato tecnologicamente parlando, seguito subito dopo dai prototipi delle altre aziende: Quantum Leap, Google ed Apple, di cui ho già parlato in quest’articolo.

Seppur gli Hololens avevano già qualche difetto, sfarfallio fastidioso degli ologrammi e ridotta visuale, Microsoft ha comunque deciso di rinunciare al modello 2.0, nel 2019 vedremo perciò direttamente gli Hololens 3.0.

Questo nuovo dispositivo sarà disponibile all’utenza con un prezzo per il mercato privato di 3000 dollari e di 5000 per il mercato industriale.

Un dispositivo alla portata di pochi

Gli Hololens a causa del loro costo, attualmente non sono alla portata di tutti, ma hanno attirato l’attenzione di molti industriali e settori specializzati.

Il mondo business sta accogliendo con successo questo nuovo dispositivo e le sue infinite possibilità, infatti la Ford e thyssenkrupp (un’azienda che si occupa di manutenzione di ascensori) hanno già acquisito questa nuova tecnologia e integrata nei loro processi di sviluppo.

Il caschetto di Microsoft ha dimostrato di essere un valido aiuto nel settore business, soprattutto in quelle mansioni dove avere entrambe le mani libere per operare è di vitale importanza. Il visore ricostruisce in tempo reale l’ambiente circostante e permette allo stesso tempo di creare e proiettare ologrammi nell’ambiente. Gli utilizzi nel settore professionale sono praticamente infiniti.

L’accesso immediato a complessi manuali o alla comunicazione diretta con un operatore a distanza sono solo alcuni dei vantaggi che questo dispositivo può regalare al mondo del lavoro.

In un solo anno anche la formazione aereonautica sta ricevendo degli enormi vantaggi.

Grazie agli Hololens e alla sua particolare natura, questo settore per formare i nuovi progettisti o assemblatori, non è più costretto a inviare dei prototipi reali e degli insegnanti, ma semplicemente dei file con tutte le istruzioni del caso e vari modelli olografici 3D, in grado di disassemblarsi.

Specifiche tecniche

Di seguito elencherò alcune delle specifiche tecniche di questo dispositivo:

Lenti olografiche trasparenti: 2

Sorgenti luce HD: 2, rapporto 16:9

Calibrazione automatica pupillare: SI

Risoluzione olografica: 2,3 milioni di punti luce

Densità olografica: Superiore a 2.500 radianti

Sensore IMU (unità di misurazione inerziale): 1

Fotocamere di comprensione ambientale: 4

Fotocamere di profondità: 1

Video camera: 1, 2MP, HD

Microfoni: 4

Sensori di luce ambientale: 1

Altoparlanti: Integrati

Cuffie: Supporto jack 3.5 mm

Tasti: Volume, luminosità, accensione

Indicatori: Stato batteria

Connettività: WIFI 802.11 AC

Porte: Micro USB 2.0

Cavi: Alimentazione

Processore: 2, di cui 1 Intel 32bit e 1 Holographic Processing Unit (HPU 1.0)

Spazio archiviazione: 64GB Flash

RAM: 3 GB di cui 2 GB CPU e 1GB HPU

Peso: 579g

Hololens: Microsoft si impegna anche nel settore consumers

Microsoft sta lavorando molto per riuscire a portare questo dispositivo anche per una clientela privata. Prima di tutto sta cercando di risolvere il problema del campo visivo ridotto, ma grazie agli ultimi brevetti depositati, sembrerebbe che sia sulla strada giusta.

In secondo luogo sta ampliando il parco di app da mettere a disposizione agli users privati, ma grazie alla facilità di sviluppo non sarà un grosso problema nell’immediato futuro.

Microsoft ha da poco unificato l’interfaccia grafica di Windows 10 al suo nuovo visore di realtà virtuale. Il 2019 probabilmente vedremo la nascita di una seconda versione di questo dispositivo e questa volta, probabilmente sarà finalmente dedicata al grande pubblico. Non resta altro che attendere e osservare lo sviluppo di quest’interessante dispositivo di casa Microsoft.

Impa Solution è una società che si occupa dello sviluppo di grandi e piccole app per la realtà aumentata. Se sei curioso o vuoi approfondire l’argomento, contattaci!

#imparealtàaumentata #realtàaumentata #applicazionirealtàaumentata

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png