Le novità di Microsoft Teams: Verso una video conferenza più collaborativa

Aggiornato il: nov 16

Microsoft Teams nasce nel 2016 per mano di Microsoft e fin da subito viene proposta come un competitor delle già esistenti piattaforme nel campo delle videoconferenze.


Al tempo, Microsoft si difendeva con il suo Skype e Skype for business, ma questo non era abbastanza. Dalle fondamenta gettate per Skype for Business doveva nascere qualcosa di migliore, più stabile e più ricco di funzionalità. In questo periodo però l’azienda di Bill Gates non era la sola a lavorare su un prodotto del genere e mentre ragionava sulla nuova tecnologia da lanciare, altre piattaforme analoghe nascevano e cominciavano a farsi un nome. L’esempio più riuscito è sicuramente Slack.

Lo stesso Bill Gates, di fronte a questo panorama di sfide e competitor, decise però che fosse meglio procedere con lo sviluppo di un software proprietario Microsoft piuttosto che finalizzare l’idea, che era nell’aria in quel momento nei Microsoft headquarter, di comprare il concorrente Slack.

Una mossa che al tempo poteva sembrare rischiosa, soprattutto vedendo il successo che stava avendo Slack, si è rivelata essere una decisione lungimirante di cui oggi Microsoft raccoglie i frutti.


Piano piano infatti Microsoft Teams è andata formandosi includendo sempre più funzionalità uniche e migliorando quelle che già aveva. Al giorno d’oggi è difficile pensare ad una qualche feature, presente in altri competitor, che non sia già stata inclusa nel prodotto Microsoft.


Però a Microsoft piace innovare e questo lo vediamo dalle ultime feature che l’azienda statunitense ha introdotto nel suo prodotto.

Le nuove features


Together mode

Questa modalità consiste in un layout dinamico dei partecipanti alla videoconferenza. Questi ultimi verrebbero disposti su uno sfondo condiviso facendoli sentire come se fossero seduti nella stessa stanza. La feature punta a stimolare l’utente sul concentrarsi sui volti e sul linguaggio del corpo degli altri partecipanti in modo da migliorare il coinvolgimento e la comprensione tra di essi.

La modalità viene già in bundle con una “vista dell’auditorium” che permetterebbe di collocare i partecipanti in un auditorium virtuale. Questa modalità è già stata utilizzata oltreoceano dall’ NBA per riportare, in forma virtuale, i tifosi nei palazzetti durante le partite di basket, proiettandoli su schermi collocati sugli spalti.


Dynamic view

La visualizzazione dinamica permette, all’utente che sta condividendo un contenuto, di personalizzare il layout della videoconferenza. Ad esempio l’utente potrebbe proporre una schermata con la sua presentazione affiancata da altre due finestre con materiali utili al fine di seguire la spiegazione e da un gruppo specifico di partecipanti che potrebbero aiutare il presentatore. La modalità permette anche la visualizzazione in contemporanea di tutti i partecipanti alla videoconferenza e la creazione di breakout rooms.


Filtri video

I filtri video di Microsoft Teams non sono gli stessi di Instagram. Non sono filtri di bellezza, ma solo filtri pensati per la miglior fruizione del contenuto. Tra i filtri troviamo infatti la regolazione dell’illuminazione o la messa a fuoco della videocamera.


Reflect messaging extension

Questa funzione permetterà al presentatore di verificare i sentimenti degli altri partecipanti tramite domande proposte in forma di sondaggio.


Live reactions

Le reazioni live consentiranno ai partecipanti di un meeting di inviare emoji in risposta ad un intervento. Queste reazioni verranno visualizzate sullo schermo di tutti i partecipanti.


Chat bubbles

La chat ora non sarà relegata ad una finestra nascosta della video call, ma verrà attivamente integrata in essa. I messaggi inviati verranno infatti mostrati sullo schermo di tutti i partecipanti.


Sottotitoli live

I sottotitoli live ci sono già realtà, ma ciò che manca e verrà implementato è l’attribuzione live di un sottotitolo allo specifico relatore. Questo aiuterà a limitare la confusione nel capire chi ha detto cosa durante la video call.


1000 partecipanti:

Microsoft sta lavorando per riuscire a supportare fino a 1000 partecipanti attivi. Ad oggi Microsoft Teams riesce a sostenere un carico di 20.000 partecipanti ma esclusivamente in modalità view-only.


Altri aggiornamenti

Tra gli altri aggiornamenti troviamo l’aggiornamento di Microsoft Whiteboard, dell’ App Task e dei suggerimenti rapidi di risposta.


Tutto in un unico pacchetto


Con l’avvento dello smart working per i lavoratori e con quello delle lezioni online per gli studenti, chi non era abituato a fare i conti con una video chat si è trovato di fronte a mille alternative, altrettanti software e altrettante persone che preferiscono una soluzione piuttosto che un'altra.

Tra i tanti software di sciuro suoneranno familiari Zoom e Skype. Questi rappresentano punte di diamante nel panorama delle piattaforme di video conferenza, ma sono sempre due alternative che possono mettere in confusione l’utente.

Quale chat usare? Quale è il miglior software per le mie esigenze? Perché questo e non un altro? Ognuno di noi di questi tempi si è posto una domanda simile e oggi Microsoft Teams ha fornito una risposta agli indecisi e una ragione per ricredersi a chi già aveva preso una decisione.


La risposta di Microsoft non è solo la più omnicomprensiva, ma si basa sull’idea di facilitare e migliorare una nuova modalità lavorativa che si è fatta sempre più comune di questi tempi. Il prodotto di Microsoft mette il benessere dell’utente e la collaborazione di questo con gli altri partecipanti della call davanti a tutto.


Creare un ambiente emotivamente favorevole e coinvolgente è infatti la chiave per mantenere le persone concentrate e felici, cose che da remoto non sono sempre scontate.


Articolo di Angelo Rosace

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png