Non solo Netflix: L'industria dell’intrattenimento diventa family friendly

Aggiornato il: giu 1

Ultimamente nell’industria dell’intrattenimento, in primis nel campo relativo ai servizi di streaming ma anche in quello dei videogiochi, sono avvenuti diversi cambiamenti nell’ottica di una politica maggiormente family friendly e kid friendly.


Sony, una delle principali aziende nel campo della distribuzione di videogiochi ha infatti deciso di limitare alcuni tipi di contenuti: al centro della sua ultima operazione di censura c’è stato Devil May Cry 5, il videogioco reo di mostrare attraverso riflessi e cambi di inquadratura scene di nudo dei suoi personaggi, un’azione questa che sottolinea la vicinanza ad un pubblico più sensibile come quello dei più piccoli.

Netflix family friendly

Per quanto riguarda il settore cinematografico e le relative piattaforme di streaming, il processo è iniziato dalla Disney, che ha censurato alcuni dei suoi classici più conosciuti considerati ormai discriminatori. Peter Pan, Dumbo e Gli aristogatti sono stati infatti messi sotto accusa ed eliminati dalla possibilità di essere visionati nella sezione bambino in quanto considerati film razzisti e svilenti per le minoranze. Disney ha pensato così di orientare il pubblico più giovane alla tolleranza e a una fruizione dei contenuti più consapevole riuscendo ad accaparrarsi così anche il favore genitoriale.


Ora è la volta di Netflix che ridisegna il design della sezione bambini rendendo protagonisti i gusti dei più piccoli.


Al centro del nuovo design di Netflix c’è l’accessibilità dei bambini


Netflix ha deciso di conquistare il favore del pubblico più giovane ridisegnando i profili dedicati ai bambini. La grafica dei nuovi design sarebbe quindi studiata per renderli più accattivanti da un punto di vista visivo, mentre i contenuti sarebbero classificati in modo da rendere più visibili i personaggi preferiti degli spettacoli per bambini.


Nella parte alta della home page di Netflix, accedendo alla sezione bambini, era già visibile una sezione appositamente dedicata ai personaggi degli spettacoli, ma Netflix ha voluto dare ulteriore visibilità ai protagonisti dei cartoni preferiti dei più piccoli. A detta stessa di Netflix la decisione di dedicare più spazio ai personaggi preferiti dei bambini è stata fatta per rendere la piattaforma di streaming maggiormente accessibile ai più piccoli, facilitando la scelta del programma da seguire.


Visualizzando i personaggi sarebbe infatti più facile per i bambini riuscire a riconoscere i loro cartoni animati preferiti preferiti, nonché memorizzare la posizione all’interno della piattaforma e accedere con più facilità le volte successive attraverso la riga dei preferiti.


I preferiti: una nuova soluzione per il design kid friendly di Netflix


I personaggi degli show preferiti dai più piccoli saranno ora presenti anche nella riga dei preferiti, una soluzione pensata per intrattenere i bambini in un modo più immediato facendo leva sul linguaggio visivo. Questa decisione è stata presa in seguito ai test compiuti da Netflix durante lo scorso anno: i risultati di questi esperimenti hanno dimostrati infatti l’ampio apprezzamento dei bambini nei confronti di una fila dei preferiti basata sui personaggi.

Natflix family friendly

La riga sarà formata dai cinque personaggi protagonisti dei film, degli spettacoli, delle serie o dei cartoni animati che un bambino ha guardato con più frequenza. I nuovi iscritti al servizio visualizzeranno i preferiti non appena avranno una cronologia di visione abbastanza estesa.


Nessuna paura per il parental control: il design kid friendly è anche family friendly


L’aggiornamento del design dell’interfaccia, sebbene sia stato definito per creare un maggior gradimento e una maggiore partecipazione dei più piccoli, non è pensato per coinvolgere i bambini oltre il limite stabilito dai genitori. Con l'aggiornamento, infatti, i controlli impostati precedentemente non verranno eliminati.


I genitori potranno invece disattivare la funzione di anteprima, in questo modo i bambini non potranno più visualizzare i trailer selezionando un personaggio o un programma. Per i genitori preoccupati del fatto che il tempo di permanenza dei loro bambini sulla piattaforma possa vertiginosamente aumentare, basti pensare che Netflix non è il primo servizio di streaming che utilizza questo tipo di ottimizzazione. Anche Disney Plus e HBO Max utilizzano infatti design studiati sulla sovraesposizione dei personaggi dei loro spettacoli.


A dirla tutta, una maggiore accessibilità della piattaforma da parte dei più piccoli faciliterebbe l’intera famiglia. Durante la pandemia i genitori che hanno lavorato da casa hanno dovuto sperimentare i più diversi modi per riuscire a intrattenere i loro bambini durante una call di lavoro e un’altra.


In un’ottica di smart working, facilitare l’accesso e la navigazione ai bambini non sarebbe quindi una scusa per lasciarli “parcheggiati” davanti alla TV, ma sarebbe piuttosto un'occasione per gli adulti di riuscire a svolgere il loro lavoro senza interruzioni e preoccupazioni, sapendo che i figli sono al sicuro e si divertono guardano i loro programmi preferiti in totale autonomia.


Insomma, un redesign grafico che accontenta tutti, dai più grandi ai più piccoli.

Netflix, come si suol dire, ha preso due piccioni con una fava!


Articolo di Eleonora Orrù