Segnali dal presente: Il futuro è green e il 5G sarà la chiave di volta

“Il futuro appartiene a coloro che si preparano per esso oggi”

Cit. Malcom X


È proprio condividendo questa linea di pensiero che oggi affronteremo un tema quanto mai importante, attuale e scottante: il 5G e la tecnologia che verrà.


Stiamo vivendo un momento storico fatto di fermento degli animi e di innovazione tecnologica. Ci si rende sempre più conto che le risorse fossili della nostra casa, il pianeta Terra, si stanno esaurendo a un ritmo insostenibile e la voracità di noi esseri umani è in continuo aumento.

Cercando di arginare questo problema catastrofico, le menti più brillanti del mondo si sono riunite e hanno, per così dire, tirato fuori davvero un sacco di idee per incamminarci verso un futuro più sostenibile, per noi e per il pianeta.

Inizia così la corsa alle energie green, con tecnologie sempre in miglioramento per renderle accessibili a tutti. Abitazioni domotiche in grado di regolare in autonomia qualsiasi parametro all’interno della casa, dall’apertura di cancelli e finestre, fino all’accensione e regolazione di luci e riscaldamento.


In alcune zone del mondo addirittura si stanno costruendo città ipertecnologiche: ne è l’esempio calzante l’area in via di sviluppo nella cittadina di Xiong’an a circa 100km a nord di Pechino, che in accordo con le fonti, vedrà la costruzione degli edifici terminata entro il 2022 e la completa operatività entro il 2050.


Case, palazzi ed altre strutture saranno in legno, materiale sostenibile e fonte rinnovabile, permeate dalle migliori tecnologie domotiche e alimentate da energia verde, dal solare all’idroelettrico.

Aziende e industrie inquinanti saranno bandite da questo angolo di mondo per permettere ai suoi abitanti di vivere in un posto salubre dove natura e tecnologia vanno a braccetto.

Anche la rete di trasporti sarà “ecocompatibile”: treni ad alta velocità, a levitazione magnetica e auto elettriche a guida autonoma.


Il sistema dei trasporti del futuro sarà realtà grazie al 5G: dai treni super veloci alle auto senza pilota


Le auto elettriche a guida autonoma sicuramente non sono una novità: l’azienda americana Tesla studia e crea prototipi da anni, ma solo recentemente ha visto concretizzati i propri sforzi grazie all’integrazione nei sistemi di comando delle auto del microchip più potente di sempre, che permetterà di processare una quantità tale di dati in tempo reale da essere equivalente ad un cervello umano in quanto a riflessi e prontezza. Ma questa è un’altra storia che, se siete curiosi, affrontiamo in questo articolo .


Questa nuova tecnologia adottata da Tesla però porta davanti agli occhi di tutti quanto sia importante l’imminente adozione del 5G.

Infatti, a partire dalla smart city iperconnessa di Xiong’an ad arrivare al sistema di guida autonoma e automatizzata in via di realizzazione, per processare la mole di dati necessaria al corretto funzionamento di tutto questo ecosistema futuristico, la connessione internet non è solamente necessaria ma diventa fondamentale.

E la connettività 4G che la maggioranza degli stati e delle infrastrutture utilizza in questo momento non è sufficiente.


Ma andiamo con ordine.


Partiamo dicendo che il significato di 5G non è nulla di strano: in accordo infatti con lo standard che identifica la linea temporale di creazione delle reti, il 5G non è nient’altro che il nuovo sistema di connettività di quinta generazione.

I suoi precursori sono stati 2G, 3G e il ben noto 4G. Quindi niente di strano sotto il sole.


Ma la vera innovazione e differenza rispetto al più comune 4G sta proprio nella potenza della banda, che viaggia su uno spettro tra i 6 e i 100 GHz con una soluzione tecnica molto simile al MIMO (Multiple Input Multiple Output) che utilizza antenne multiple installate capillarmente sul territorio offrendo in futuro, una copertura di rete davvero globale e una latenza estremamente ridotta.

Il 5G sarà così in grado di fornire ad ogni utilizzatore, sia esso una casa o uno smartphone o un'auto elettrica, una connessione così veloce che la latenza sarà paragonabile a quella dei riflessi neurali umani.


Iperconnettività e vita pratica: il 5G a sostegno della sicurezza


In questo senso il 5G si renderà fondamentale per la guida delle auto senza pilota immaginate da Musk che sapranno sfruttare tutto il potenziale delle più avanzate tecnologie come IoT, Ai e VR al fine di ottimizzare e rendere possibile quella che sarà la comunicazione "vehicle-to-vehicle" e "vehicle-to-all" in un ecosistema vita-trasporti-natura-energia che sia iperconnesso.

I veicoli diverranno così dei veri computer su ruote e saranno affidabili tanto quanto le auto che oggi guidiamo, solo molto più comodi.

Pensate: stanchezza, colpi di sonno e incidenti da essi causati si azzereranno.

Ma come dicevamo prima, il 5G non sarà solamente appannaggio del futuro sistema dei trasporti: infatti permetterà di gestire tutti i servizi al cittadino offerti dalla città.

Viabilità, gestione del traffico, servizi per il cittadino, sistemi e sensori di sicurezza, videosorveglianza, smartphone, tablet e sistemi di acquisto: tutto questo sarà interconnesso e gestibile da remoto attraverso questa rete veloce ed a bassissima latenza.


In ultimo, ma non per importanza, al sistema 5G tanto chiacchierato e anche criticato va riconosciuto il fatto di essere senza dubbio il volano della prossima imminente economia mondiale: è sufficiente pensare che la stima del volume di affari mosso dal 5G e dalle nuove tecnologie e sistemi che nasceranno da qui al 2035 in previsione di sfruttare le sue potenzialità è pari a 12,3 trilioni di dollari.


Concludendo, risulta evidente che la corsa verso il futuro è già iniziata e sta a noi decidere se prendere parte a questa grande maratona oppure se rimanere seduti ad aspettare che il futuro semplicemente ci travolga.


Certo, un mondo iperconnesso può spaventare, ma i benefici che ne derivano sono molti, effettivi e inconfutabili. Una società può migliorarsi solamente quando riesce a garantire un futuro più roseo e migliore alle generazioni che verranno, per la loro salute e per la loro qualità della vita.


E di sicuro smart vehicle, smart house e smart city contribuiranno alla costruzione di un futuro più luminoso e sicuramente più green.


Articolo di Ilaria Calcagnolo

COFFEEBYTES rappresenta un concept brand ideato da SaidiSEO.com

Sede Ufficio: Via Privata Francesco Koristka, 4, 20154 Milano MI - P.IVA 09215030967
e-mail per informazioni: info@ferdinandodagostino.com; saidiseo@ferdinandodagostino.com

Ferdinando Dagostino - SaidiSEO "Web Creative e SEO"

P.IVA 09215030967

YouTube CB.png
Spreaker CB.png
Facebook CB.png
Instagram CB.png
LinkedIn CB.png